Dal Seme al Logo: Quando il Design Prende Vita

Pubblicato da Shift Web
Febbraio 6, 2024
Dal Seme al Logo: Quando il Design Prende Vita

“Un albero è un’esplosione lentissima di un seme.” – Bruno Munari

Nel percorso creativo, il design segue il ciclo di vita di un albero, prendendo vita dalla traccia delicata di una matita su un foglio bianco. Nel fluire della matita, curve e contorni prendono forma, dando origine a una visione unica: il primo germoglio di un’idea. Il design si trasforma così in un potente strumento di traduzione visiva, convertendo concetti astratti in realtà tangibili.

Per creare un branding design di qualità, è essenziale seguire una serie di passaggi chiave che definiranno l’identità e la percezione distintiva del brand. Il primo di questi è la creazione di un logo distintivo!

Scopriamo il Significato Profondo di un Logo

La parola “logo” trova le sue radici nel greco antico, derivando da “logos,” che significa “raccontare.” Nel contesto aziendale, questo simbolo rappresenta la firma distintiva di un’azienda, narrando la sua essenza e identità. Funge da veicolo per comunicare valori positivi e costituisce un biglietto da visita che incarna la filosofia aziendale, uno stile unico e la natura dei prodotti e servizi offerti. Il logo si trasforma così nel principale mezzo attraverso il quale un’azienda si fa conoscere e riconoscere, a volte richiedendo soltanto uno sguardo fugace.

L’evoluzione storica dei loghi affonda le radici nel momento in cui artisti, fabbri e artigiani apponevano le proprie “firme” per rivendicare la paternità delle opere. Nel corso dei secoli, il loro design è diventato uno strumento essenziale per distinguere enti pubblici e aziende.

Per i grandi brand, il successo spesso risiede nell’iconico logo, diventato un’identificabile icona di forza e immediatezza nel tempo. Ad esempio, la Coca Cola mantiene ancora il suo originale logo dalla fine dell’Ottocento, dimostrando la durata di un design ben ponderato. D’altra parte, alcune aziende preferiscono cambiare il proprio logo seguendo i mutamenti culturali e sociali, come la Fiat che ha modificato il proprio simbolo più volte nei decenni.

Guida alla Creazione del Tuo Logo

Un logo efficace deve essere unico, semplice, versatile e leggibile, adattandosi a diverse dimensioni e supporti. Deve essere visibile sia in formato grande che in formato ridotto, permettendoti di scegliere i gadget preferiti. La scelta dei colori aziendali è essenziale, poiché ogni colore trasmette un messaggio specifico sul brand, così come i font, le forme geometriche e il tipo di linea che influenzano la percezione.

Se hai già un logo ma ritieni di aver commesso un errore, è possibile apportare modifiche. Tuttavia, il suo restyling è un processo complesso e si consiglia di affidarsi a esperti del settore per evitare danni all’immagine, specialmente per brand ampiamente riconosciuti.

La Scelta Strategica del Logo
  • Logotipo (Wordmark): Composto dal nome dell’azienda, utilizza un font particolare per semplicità e immediatezza.
  • Monogramma (Lettermark): Ideale per aziende con nomi lunghi, rappresenta il marchio con iniziali o un monogramma memorizzabile.
  • Simbolo Distintivo (Brandmark): Racchiude identità e valori in un simbolo, comunicando l’esperienza del brand in modo immediato.
  • Logo Ibrido (Combination Mark): Unisce simbolo o icona al lettering, aumentando riconoscibilità e consolidando l’identità.
  • Stemma o Emblema: Combinazione di testo e figure per creare armonia visiva.
Caratteri Tipografici e i Loro Significati Correlati
  • Serif: Con grazie, conferisce eleganza e significa tradizione, affidabilità, serietà.
  • Sans Serif: Senza grazie, trasmette chiarezza, immediatezza, modernità, solidità.
  • Script: Stile calligrafico, esprime spontaneità, emotività, originalità.

In questo modo, il logo diventerà un’esplosione creativa, radicata nei principi del design e pronta ad affermarsi nella mente e nel cuore della tua audience.

Scopri come elevare la tua identità visiva! Esplora il nostro servizio di branding & Experience design.